Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Copyright: il valore della blockchain come strumento di prova nel processo civile.

Blockchain-Image-3-kiCC--835x437@IlSole24Ore-Web

Il tribunale di Hangzhou in Cina è diventato il primo organismo giudiziario al mondo a consentire l’uso della tecnologia blockchain  per archiviare le prove da produrre in giudizio.

Il Tribunale si è pronunciato il 28 giugno scorso in una disputa sul diritto di divulgare opere al pubblico su reti di informazione  ed ha stabilito che l’uso della tecnologia blockchain per archiviare le prove per via elettronica fosse legalmente ammissibile.

La Corte del capoluogo della provincia cinese di Zhejiang  ha stabilito che l’uso della tecnologia blockchain da parte dell’attore per archiviare le prove  fosse pienamente compatibile con il codice di procedura civile cinese e ha deciso che la violazione addebitata  al convenuto fosse accertata  sulla base di questa prova.

In questo caso, l’attore, una società con sede a Hangzhou ha citato in giudizio il convenuto , una società di tecnologia a Shenzhen, per aver pubblicato sul suo sito web un’opera protetta da copyright senza l’autorizzazione dell’avente diritto.

L’attore ha eseguito un’acquisizione automatica delle pagine Web delle parti contraffatte, nonché il codice sorgente tramite una piattaforma di terze parti, quindi ha caricato i registri in un formato compresso sulla blockchain di Factom e sulla Blockchain di Bitcoin.

Ma questa prova può essere legalmente ammissibile?

La Corte ha condotto le sue indagini basandosi sull’idea che la tecnologia blockchain potesse essere utilizzata per la memorizzazione dei dati e l’idea che l’uso  di questa tecnologia per archiviare le prove fosse legalmente valido.

Dopo aver esaminato il caso, il tribunale di Hangzhou ha affermato che la  fonte dei dati elettronici può essere verificata mediante l’uso di un programma di acquisizione automatica altamente credibile per ottenere una schermata della pagina Web o identificare il codice sorgente;

Secondo i Giudici cinesi la tecnologia blockchain che soddisfa gli standard relativi per memorizzare il suddetto tipo di dati elettronici è immutabile, non ripudiabile e immodificabile, il che garantisce che i dati saranno affidabili.

Questo tipo di dati elettronici può essere utilizzato  per determinare la violazione a condizione che la veridicità delle prove possa essere confermata tramite la tecnologia di verifica.

Il Tribunale  ha anche richiamato il principio di neutralità tecnologica  affermando che l’uso della tecnologia blockchain per archiviare le prove elettronicamente in un supporto fisso deve essere fatto in modo aperto e neutrale.

@fulviosarzana